lunedì 13 ottobre 2014

La settimana vegetariana 1/7 ottobre ad Avalon

Ospiti di Avalon in via Terni 21 a Roma, dal 1 al 7 ottobre abbiamo divulgato la settimana vegetariana internazionale. Una settimana di iniziative per promuovere la cultura vegetariana/vegana.
Cene, aperitivi, proiezioni, tavoli informativi, petizioni, ecc....

Vari menù hanno accompagnato le nostre serate:
-Antipasto (fritturina vegetale pastellata alla maizena, bruschettine assortite, involtini di verdure grigliate e prugne secche)
-Primi a volontà
-Secondo: hamburger vegetariano

-Antipasto (Carpaccio di mopur, bruschettine alla crema di azuki, polpettine alle alghe, insalatina agli agrumi)
-Primo: (Penne kamut profumate al limone con cubetti di seitan arrostiti e scaglie di zenzero)
-Secondo e contorno:(Hamburger vegetariano alla salsa di ceci con patate al forno alla paprika)
Acqua e caffè

-Antipasto (polpettine alle alghe, crostini all' hummus, crocchette di melanzane e limone)
-Primo: zuppa al fagiolo rosso e maltagliati
-Secondo e contorno: Bocconcini di seitan profumati di zenzero, con insalata al pompelmo rosa.

Un po' di storia: 
Come erano visti i vegetariani e i vegani nel Medioevo?

In tutti i secoli la Chiesa perseguitò i cristiani delle origini che seguivano un’alimentazione vegetariana e che non approvavano lo sfarzo della Chiesa di Stato pagano. Essi furono in genere denigrati con il marchio di eretici e settari e quindi calunniati, perseguitati ed uccisi.
La base filosofica per la persecuzione avvenuta nel periodo del Medioevo fu posta dal dottore della Chiesa Tommaso d’Aquino. Secondo il suo insegnamento, gli animali non avrebbero un’anima e del resto nemmeno le donne. I cristiani liberi “che nel periodo dell’inquisizione si rifiutavano di uccidere animali furono costretti a macellare pubblicamente un animale oppure ad essere impiccati come eretici. Nel 1051 furono condannati a morte numerosi cosiddetti eretici, perché si erano rifiutati di uccidere e di mangiare dei polli.”*

“Nel Medioevo c’erano numerosi gruppi che volevano ritornare ad un modo di vivere proprio del cristianesimo originario.” Un esempio in tal senso furono i Bogumili o i Catari/Albigesi. Essi erano vegetariani o vegani. Si proponevano di “non uccidere alcun animale, di non mangiare carne e vivere soltanto di frutti” (Walter Nigg). Furono tutti sterminati in modo atroce dalla Chiesa.
Carsten Strehlow, Vegetarianesimo/veganesimo come parte costituente del cristianesimo, p. 55
Ancora prima del medioevo l'imperatore Costantino 1 (285 ca.-337) sostenne la chiesa del clero e la chiesa del clero in cambio sostenne l'imperatore Costantino seguendolo nei suoi misfatti di crudeltà.
I veri cristiani che volevano restare fedeli a Gesù Cristo e al Suo pensiero pacifico, furono costretti, con la minaccia della tortura, ad andare in guerra e faceva riempire di piombo liquefatto la gola di coloro che non volevano mangiare carne. Nel medioevo la persecuzione dei cristiani che vivevano in modo vegetariano/vegano continuò.
















Oggi per fortuna siamo liberi di scegliere.
Grazie a tutti coloro che hanno partecipato alle serate organizzate ad ‪#‎avalon‬ in occasione della Settimana vegetariana mondiale. 
Ci rivediamo presto, VegaTonia.




Nessun commento:

Posta un commento